Punti nel Poker Texas Hold’em

Punti poker alla texanaUna delle cose fondamentali quando si gioca a poker texas hold’em è conoscere il valore delle carte e sapere quali sono le migliori combinazioni.

Nel poker texano in ogni mano i giocatori si trovano alla fine con sette carte a disposizione: le due carte personali coperte che hanno in mano e le cinque carte comuni scoperte che si trovano sul tavolo.

La mano di ogni giocatore è composta dalle migliori cinque carte tra le sette disponibili. Di conseguenza è molto importante saper leggere la propria mano, cioè decretare tra le sette carte a disposizione quali sono le cinque che permettono di ottenere il punteggio più alto.

Inoltre conoscere la classificazione, dalla mano più alta alla più bassa, è molto importante perché consente di fare delle valutazioni sulle proprie possibilità di vincita. È inoltre fondamentale conoscere i punti di ogni mano in modo da poter decretare il vincitore.

Ricordiamo infatti che lo scopo di ogni mano è quello di aggiudicarsi il piatto (il “pot”), cioè tutte le chip che sono state puntate in quella mano.

Per vincere una mano bisogna avere una combinazione di carte migliore di quelle degli avversari rimasti in gioco al momento dello showdown o aver fatto una puntata che nessun altro giocatore è stato disposto a vedere.

Classificazione delle Mani nel Poker Texano

Riportiamo di seguito un wiki con i punti del poker texas hold’em, classificati in ordine decrescente, cioè dal più alto al più basso. Ecco la classifica delle mani dalla più importante alla meno importante.

1. Scala Reale

Si ha una scala reale (o “royal flush”) quando si hanno 5 carte dello stesso seme (cuori, quadri, fiori o picche) dal 10 all’Asso. Si tratta della mano più forte in assoluto. È la scala massima (A-K-Q-J-10) in cui tutte le carte sono dello stesso seme. In pratica è una scala di colore all’asso.
Scala reale poker texas hold'em

2. Scala Colore

La scala di colore (o “straight flush”) si ha con cinque carte tutte dello stesso seme in sequenza, esempio 8-9-10-J-Q. Se in una mano due giocatori hanno una scala colore, vince quello che ha la scala che termina con la carta più alta.
Quindi esempio se un giocatore ha una scala colore 2♥ 3♥ 4♥ 5♥ 6♥ e l’altro ha una scala colore 3♥ 4♥ 5♥ 6♥ 7♥ vince il secondo perché ha la scala che termina col 7.
Scala colore poker texas hold'em

3. Poker

Si ha poker (o “four of a kind”) quando si hanno quattro carte dello stesso valore. Se due giocatori hanno un poker nella stessa mano, vince quello che ha fatto poker con la carta di valore maggiore. Esempio se un giocatore ha un poker di 10 e uno un poker di Donne, vince quello con il poker di donne. Se entrambi hanno lo stesso poker, vince quello che ha la quinta carta di valore maggiore.
Fare poker a Scala colore poker texas hold'em

4. Full

Il full (o “full house” o “boat”) si ha quando si ha un tris e una coppia, cioè tre carte dello stesso valore e due carte dello stesso valore.
Il full viene classificato in base al tris. Quindi ad esempio se si ha una combinazione 7-7-7-J-J si ha un full di sette con jack.
Se in una mano più giocatori hanno realizzato un full, si guarda il valore del tris e vince chi ha il tris con carte più alte. A parità di tris vince chi aveva la coppia più alta.
Full poker texas hold'em

5. Colore

Si ha colore (o “flush”) quando si hanno cinque carte tutte dello stesso seme (tutte di cuori, tutte di picche, tutte di fiori o tutte di quadri) ma non in scala.
Attenzione: non si guarda il colore della carta (esempio cuori e quadri sono rossi e picche e fiori sono neri), ma si guarda solo il seme.
Nel colore fa riferimento la carta più alta. Esempio se ho 2♠ 5♠ 8♠ 10♠ Q♠ ho un colore di picche alla donna.
Se due o più giocatori in una mano hanno colore, vince quello con la carta più alta. Se la carta più alta si trova sul tavolo, ed è quindi la stessa per i vari giocatori, si guarda la seconda carta più alta, se anche questa è comune si guarda la terza, e così via fino alla quinta.
Fare Coolore poker texas hold'em

6. Scala

Si realizza una scala (o “straight”) quando si hanno cinque carte, non dello stesso seme, in sequenza. Ricordiamo che l’asso può essere utilizzato per fare la scala sia prima del 2 che dopo il K.
La scala più bassa è quindi quella formata da A-2-3-4-5, mentre la scala più alta (chiamata anche “scala massima” o “Broadway”) è quella formata da 10-J-Q-K-A.
La scala prende il nome della carta più alta. Quindi nel caso di 6-7-8-9-10-J avrò una scala al Jack.
Ricordiamo che non è possibile quando si utilizza l’asso dopo il Re continuare con il due (esempio J-D-K-A-2).
A parità di scale vince chi ha la scala che termina con la carta più alta.
Scala poker texas hold'em

7. Tris

Si fa tris (o “three of a kind”) quando si hanno tre carte dello stesso valore e le altre scollegate (cioè che non fanno coppia, altrimenti si avrebbe un full).
Se più giocatori hanno un tris, vince quello con il tris realizzato con la carta di valore maggiore (esempio un tris di 5 batte un tris di 3).
Se due giocatori hanno lo stesso tris vince chi ha la carta spaiata di valore più alto. Se entrambi hanno la carta spaiata più alta dello stesso valore si guarda la seconda carta spaiata.
Tris poker texas hold’em

8. Doppia coppia

Si ha una doppia coppia (o “two pair”) quando si hanno due coppie, cioè due carte dello stesso valore, altre due carte di un altro valore e una carta spaiata. Esempio si 5-5-9-9-K è una doppia coppia di 5 e 9. Se in una mano più giocatori hanno doppia coppia, vince quello con la coppia più alta. Se la coppia alta è la stessa, vince quello con la seconda coppia più alta. Se anche quella è la stessa, e quindi i due giocatori hanno le stesse coppie, allora si guarda chi ha la carta scollegata più alta (il cosidetto “kicker”). Quindi ad esempio se un giocatore ha come combinazione 8-8-9-9-Q e un altro ha 8-8-9-9-5 vince quello con la donna, che ha un valore maggiore rispetto al 5.
Doppia coppia poker texas hold’em

9. Coppia

Si ha una coppia (o “pair”) quando si hanno due carte dello stesso valore e tre carte spaiate. Se più giocatori in una mano hanno una coppia vince quello con la coppia più alta. Se la coppia è la stessa, allora vince chi ha la carta spaiata più alta. Se anche la prima carta più alta è la stessa si guarda la seconda, e se anche questa è uguale si guarda la terza.
Coppia poker texas hold’em

10. Carta Alta

La mano più bassa di tutte è quando si guarda il valore della carta più alta (o “high card”). Nel caso la carta più alta sia la stessa tra più giocatori, si guarda la seconda, se questa è uguale si guarda la terza, e così via fino alla terza.
Ricordiamo l’ordine delle carte in base al loro valore, dal più alto al più basso: A-K-Q-J-10-9-8-7-6-5-4-3-2.
Carta alta poker texas hold’em

Lo Split o Pareggio

Nel caso in cui due o più giocatori abbiano la stessa mano, e non si è quindi riusciti a decretare il vincitore, si ha un pareggio, chiamato in gergo pokeristico “split”. L’importo del piatto viene quindi splittato, cioè diviso in parti uguali tra i giocatori che hanno pareggiato. Se il piatto non può essere perfettamente diviso in parti uguali, ad esempio perché il piatto è di 51€ e la chip minima è da 1€, ai due giocatori che hanno pareggiato vengono spartiti 25€ a testa e l’euro eccedente viene dato al giocatore dei due che si trova nella posizione più vicina al dealer.
Un esempio di pareggio si ha nel caso in cui due giocatori abbiano la stessa doppia coppia e la stessa quinta carta più alta. Esempio se due giocatori hanno 10♣-10♥8♦-8♠-A♠ e 10♠-10♦8♥-8♣-A♥, hanno lo stesso punteggio di carte in quanto hanno la stessa coppia alta di 10, la stessa coppia bassa di 8 e la stessa quinta carta alta, cioè l’asse. Ricordiamo infatti che nel poker texas hold’em non si guarda mai il seme per decretare il vincitore, ma in questi casi di parità di valore delle mani, si pareggia dividendo la posta del piatto.

Differenze rispetto al poker a 5 carte

Da notare che esiste una differenza nei punti rispetto al poker tradizionale, quello giocato con cinque carte in mano. Infatti nel poker alla texana il full batte il colore, mentre nel poker tradizionale avviene il contrario, cioè il colore vince sul full. Inoltre nel poker alla texana il “suit ranking”, cioè l’ordine dei semi (picche, cuori, quadri, fiori) non viene utilizzato a parità di punteggio per decretare chi ha vinto. Quindi nel texas hold’em, a differenza del draw poker, non esiste un seme che ha più valore di un altro.


libri poker texas holdem per negati